Utenti in linea
51 utenti online
Citazione casuale film
Credetemi... c'è ancora molto da temere!
DRACULA UNTOLD (2014) - Regia di Gary Shore
Citazione casuale fumetti
"Qual è stato il desiderio di Superman per la Macchina dei Miracoli?" "E' Superman. Ha chiesto solo il meglio per tutti noi. Chiudi gli occhi. Ha chiesto un lieto fine."
Da CRISI FINALE di Grant Morrison - Segnalata da firestorm807
Immagine casuale
thumbnail
I 3 Superamici
Galleria: Dentro al Cosmic Comics
Cerca
in:
Cosmic Group
Credits Forum News Downloads Carrello

ORFANI

stampa
Recensione # 55 (29/03/14)

Recensione atipica questa mia...

Perché?

Cominciamo dall’inizio.

Autori:

Roberto Recchioni
Nato a Roma il 13 gennaio 1974, sceneggiatore e disegnatore, è attivo nell'ambito fumettistico professionale dal 1993, esordendo sulla serie Dark Side (da lui creata), edita da BDPress. È tra i soci fondatori della casa editrice indipendente Factory. Ha in seguito collaborato con StarShop, Comic Art, Rizzoli, Magic Press, Mondadori. Creatore (insieme a Lorenzo Bartoli) di "John Doe" e "Detective Dante" per l'Eura e (insieme a Matteo Cremona) di "David Murphy: 911" per Panini Comics. Sempre per l'editore modenese ha realizzato l'adattamento a fumetti delle "Cronache del Mondo Emerso" di Licia Troisi. Per l'Astorina ha sceneggiato numerose storie di "Diabolik". Ha realizzato i libri a fumetti "Battaglia - le Guerre di Pietro", "Ucciderò ANCORA Billy the Kid", "Ammazzatine", "Asso" (di cui è autore completo). Dal 2007 è entrato a far parte dello staff degli sceneggiatori di Dylan Dog di cui oggi, insieme a Franco Busatta, è il curatore. Collabora alle collane le Storie e Tex. Insieme a Emiliano Mammucari, è il creatore di Orfani, la prima collana mensile a colori pubblicata da Sergio Bonelli Editore, in edicola da ottobre 2013.

Emiliano Mammucari
Nato a Velletri (in provincia di Roma) il 15 aprile 1975, inizia a fare fumetti nel 1998, esordendo con un graphic novel dal titolo "Povero Pinocchio", edito da Montego. In seguito, tra le altre cose, ha realizzato il primo numero di "John Doe" (Eura editoriale), per poi passare alla scuderia di Napoleone e, successivamente, a quella di Jan Dix. Realizza tutte le copertine della mini-serie Caravan (2009), di cui disegna anche un intero albo, pubblicato nel 2010. Nell'ottobre del 2013, porta in edicola, per Sergio Bonelli Editore, la prima serie mensile a colori della nostra Casa editrice, Orfani (creata con lo sceneggiatore Roberto Recchioni), della quale illustra il numero 1.

Dal sito Bonelli:

PERCHÉ LA SERIE SI INTITOLA "ORFANI"?
RR: Orfani come orfani di guerra. I protagonisti sono infatti dei ragazzini sopravvissuti per miracolo a un attacco al nostro pianeta da parte di un nemico alieno e sconosciuto, che ha condannato la Terra. Verranno addestrati per diventare dei soldati di un livello superiore e per vendicare la razza umana.

QUALI SONO STATE LE FONTI DI ISPIRAZIONE, UTILI A CREARE L'IMMAGINARIO IN CUI SONO CALATE LE STORIE DI ORFANI? CI SONO FILM, ROMANZI, TELEFILM, VIDEOGIOCHI O FUMETTI A CUI SIETE PARTICOLARMENTE DEBITORI?
EM: Orfani è la storia che avremmo sempre voluto leggere: dentro c'è "Halo", come c'è "Fanteria dello spazio" (il libro, non il film), "Alien", "Metal Gear Solid" e tutto l'immaginario visivo di fantascienza bellica che adoriamo. Riferimenti a fumetti ce ne sono pochi, anche se un personaggio indossa un casco che è un voluto rimando al Rocketeer di Dave Stevens.
RR: Orfani è una serie immersa in uno dei sotto-generi della fantascienza che amo di più: la fantascienza bellica, di cui Robert Heinlein e Joe Haldeman sono gli antitetici padri spirituali. Lavorando su storie che coinvolgono ragazzini e il tema della guerra, ho tratto spunto, via via da libri come "Stand By Me" e "La Lunga Marcia", di Stephen King, "Il Signore delle Mosche", di William Golding, "Fanteria dello Spazio" e "Guerra Eterna" (dei già citati Heinlein e Haldeman), oltre che da pellicole quali "Il Grande Uno Rosso", di Samuel Fuller, e "Full Metal Jacket", di Stanley Kubrick.

ORFANI È LA PRIMA SERIE BONELLIANA PENSATA PER ESSERE DIRETTAMENTE PUBBLICATA A COLORI. COSA SIGNIFICA, PER UNO SCENEGGIATORE E UN DISEGNATORE, REALIZZARE UN FUMETTO SAPENDO CHE SARÀ STAMPATO IN QUADRICROMIA RISPETTO AL TRADIZIONALE BIANCO E NERO?
RR: Il colore, al pari del testo e del disegno, ha un'importanza enorme, sia dal punto di vista della spettacolarità, sia sotto quello delle emozioni. Considerato il tipo di approccio e il tipo di cura che abbiamo riservato al colore e il peso, dunque, che ha assunto nella lavorazione di Orfani, per forza di cose ne ho tenuto conto in fase di scrittura, cercando di sfruttare al meglio l'occasione.
EM: Significa molto! Dei quattro anni di lavorazione penso che un anno almeno sia servito per l’ideazione del colore. Non volevamo qualcosa che scimmiottasse gli albi americani o quelli francesi, ma che avesse carattere. Qualcosa di adatto alla nostra storia, al formato e al tipo di carta che usiamo. Ci siamo armati di santa pazienza e abbiamo studiato un modo per farlo al meglio, coinvolgendo un'ottima squadra di coloristi che, partendo da una "bibbia colore", ha saputo donare alle tavole l'atmosfera e la spettacolarità che desideravamo.

LA SERIE È STRUTTURATA SU DUE "STAGIONI", COMPOSTE DA DODICI ALBI CIASCUNA: È TUTTO GIÀ SCRITTO O VI SIETE ANCHE LASCIATI LO SPAZIO PER IMPROVVISARE UN PO'?
RR: Mi lascio sempre lo spazio per improvvisare. Come narratore so che, in fase di scrittura, cercherò sempre di sorprendere me stesso con svolte impreviste e, per questo motivo, provo a non mettermi mai troppi paletti prima di iniziare a scrivere. Una volta stabilita la struttura generale e i caratteri dei protagonisti, amo vedere dove loro decideranno di portarmi. Ovviamente, ci sono dei punti fermi, ma meno di quanti si possa pensare...

Allora... Orfani è insieme alla serie regolare di Dragonero una delle scommesse più importanti di casa Bonelli.

E’ la prima pubblicazione interamente a colori della casa editrice e la scelta è caduta su una miniserie di fantascienza dal taglio cinematografico, estremamente d’azione e ricca di intrighi e colpi di scena.

Per lo sforzo editoriale, la sua importanza, la leggibilità e il genere, il suo acquisto è d’obbligo.

Ma...

Come sapete ormai tutti, io ‘aborro’ le recensioni negative, scelgo quindi di parlare solamente di quello che mi piace leggere e consigliare a tutti, nel rispetto dei gusti personali, ovviamente.

Tuttavia, Orfani mi ha deluso, finora... prometto anche però che alla fine del primo arco narrativo di 12 numeri scriverò una chiusura se come spero nei prossimi numeri la serie mi sorprenderà (cosa che dubito). Delusione perché se è vero che il respiro cinematografico la rende piacevolmente leggibile (un’ottima lettura da treno), purtroppo, però, la storia e l’impianto narrativo è visto e rivisto, letto e riletto, non c’è niente di nuovo e la carenza nella sceneggiatura e soprattutto nei dialoghi e nelle battute d’impatto tra i personaggi è imbarazzante, francamente. Il colore è un passo avanti rispetto alle precedenti prove, migliorabile, come la carta, anche se il fumetto resta d’impronta popolare e la necessità di contenere il prezzo al pubblico non rende possibile probabilmente un ulteriore importante salto di qualità. Vedremo l’edizione Bao (annunciata per aprile la riedizione di tutta la serie in corposi volumi cartonati ricchi di extra e dietro le quinte inediti). E mi dispiace soprattutto che in rete le continue polemiche che accompagnano sempre il nostro creatore (spontanee, create ad arte, questo non lo so ma che ci siano e ci si giochi questo è purtroppo un fatto) fanno sì che si parli comunque troppo di una serie decisamente sottotono rispetto all’altra scommessa (come dicevo prima) della Bonelli, Dragonero, appunto, la cui elevata qualità dei testi e dei disegni la rende davvero una pubblicazione imperdibile (a meno che non amiate il genere fantasy ovvio).

Sperando di non gettare altra benzina sul fuoco (ma queste mie ‘recensioni=consigli di lettura’ sono rivolte sostanzialmente ai clienti del negozio), provate la serie, sostenetela e archiviatela, speriamo (!!!) prossimamente (il meglio deve ancora venire, si dice sempre) in una prova decisamente migliore.

Parola di Nessuno

Orfani # 1-5 in corso euro 4,50 cadauno

pagina creata da: Nessuno ultima modifica: 29 Marzo 2014 [07:50:56] scritto da Nessuno




I nostri Amici



News
News by Nessuno
Spazio esclusivo solo
per gli utenti Registrati !!!!!
Shoutbox
Nessuno, 06:42, 09/08/14: Ciao, ecco la chiusura per ferie: -dal 10 al 20 agosto, riapertura quindi il Giovedì 21 agosto / ricordatevi che per tutto il mese di agosto il negozio è aperto SOLO IL POMERIGGIO (tranne il sabato APERTO tutto il giorno)
Nessuno, 09:51, 09/09/13: ATTENZIONE - Oggi e il prossimo LUNEDI' 9 e 16 SETTEMBRE il Cosmic resta CHIUSO, scusate il disagio...
Nessuno, 07:14, 25/07/13: ATTENZIONE - Oggi il negozio resta APERTO solo la mattina, scusate il disagio...
Nessuno, 06:58, 22/05/13: ATTENZIONE - Oggi il negozio resta CHIUSO dalle 12,00 alle 16,00, scusate il disagio...
I 10 fumetti più venduti
  1. Berserk
  2. Rat-Man
  3. Alita
  4. One piece
  5. Ultimates
  6. Shigurui
  7. Ultimate X-Men
  8. Ultimate Spider-Man
  9. Ultimate Fantastic Four
  10. I cavalieri dello zodiaco

Fonte:
Cosmic Comics Fidenza

TUTTE LE CLASSIFICHE
RSS Wiki RSS Blog rss Articoli RSS Gallerie di Immagini RSS Gallerie di File RSS Forum rss Directories rss Calendars
[ Execution time: 0.43 sec ]   [ Memory usage: 14.62MB ]   [ 77 database queries used ]   [ GZIP Disabled ]   [ Server load: ? ]